(In Italia quest’anno l’82 per cento degli immigrati giunti in Europa )

aggiornato al 24 / 9 / 2017

 

“L’EUROPA DOVE VIVI E’ LA FELICITA’…”  Domenico Quirico, inviato de La Stampa intervista i migranti bloccati nei centri di detenzione libici. Chiede: Mi spiega perché tutti ritorneranno in Libia a riprovare il viaggio, appena avranno raccolto di nuovo un po’ di denaro” Gli risponde: “L’Europa dove vivi tu è la felicità, nei nostri Paesi viviamo per mangiare e non per avere un avvenire»….LEGGI QUI 

120.000 QUEST’ANNO DAL MEDITERRANEO IN EUROPA. L’82% IN ITALIA  Dall’inizio di quest’anno, oltre 120.000 migranti e rifugiati hanno attraversato il Mar Mediterraneo per entrare in Europa . Lo ha annunciato l’Organizzazione Internazionale per la Migrazione (IOM). Quasi l’82 per cento è sbarcata in Italia (97.931) e i rimanenti si sono divisi tra Grecia, Cipro e laSpagna”…. LEGGI QUI

L’AFRICA CRESCE E PREME. Corriere.it titola: “ Africa, crescita della popolazione Raddoppierà in trent’anni Saranno 2,5 miliardi. Problema o risorsa? Nella lista mondiale dei Paesi dove si fanno più figli, i primi 15 sono africani. 26 nazioni del continente, nel giro dei prossimi trent’anni vedranno raddoppiata la propria popolazione. Secondo le proiezioni delle Nazioni Unite, alla fine del secolo,  metà dei bambini del mondo (sotto i 14 anni) saranno africani…l’Europa comunitaria resterà più o meno sui 503 milioni di oggi. In natura il pieno va verso il vuoto.  LEGGI QUI      LEGGI QUI 

SUI MIGRANTI SI CAMBIA PIU’ INFLUENTI LE TESI DI ORBAN Per il Foglio sono sempre più influenti le tesi del presidente polacco Orban. C’è traccia delle sue tesi nell’ultimo discorso del presidente della Commissione Juncker: potenziare i controlli alle frontiere, aiutare i migranti in Africa, implementare la politica dei rimpatri. Altro punto, per il Foglio: “.. fino a due anni fa sarebbe stato impensabile che la Francia potesse chiedere ai governi di Niger e Chad di creare dei centri per migranti, la proposta sarebbe stata osteggiata in ogni modo dai gruppi umanitari, così come il codice che l’Italia ha imposto alle Ong….) LEGGI QUI

 

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Rispondi