(In Sicilia soloil 15 per cento del nostro reddito viene dall’industria. Nel Nord il 30 )

Di LELIO CUSIMANO E GIOVANNI PEPI

Abbiamo scritto: la Sicilia non cresce  senza  l’industria. Ma, caro Lelio, ci scrivono e dicono: perchè l’industria ? C’è il turismo. Molto sole, bel mare, tanta cultura..

“Una mezza falsità. Le presenze turistiche, negli ultimi dieci anni, crescono nella Ue del 23%. In Italia del 9  “

E in Sicilia ?

“Flettono dell’8%. Per Svimez è “illusorio” credere che lo sviluppo di un territorio dipenda soltanto dal turismo.

C’è l’ agricoltura. Illusione anche questa ?

La chance è importante. Ma due dati per tutti: in agricoltura lavorano solo 90 mila addetti e nei servizi sono oltre un milione. Importiamo, dall’estero, prodotti agricoli per 250 milioni di euro. La ragioni sono molte e complesse. Ne parleremo.”

Quindi senza industria non si cresce. Ma il treno va, non aspetta. C’è spazio per una industria in Sicilia ?

“ Secondo me ce n’è uno, grande, nel manifatturiero. I siciliani spendono ogni anno almeno 65 miliardi di euro per i consumi ma comprano quasi tutto fuori dall’isola. Da noi solo il 15% del reddito arriva dall’industria. Nel Nord, invece oltre il 30%.”

Solo che in Sicilia, c’è una economia fragile. L’industria non cresce senza spinta pubblica.

“ Servono infrastrutture tradizionali (porti ,strade reti idriche acqua ) e strutture immateriali, reti di comunicazione, spazi tecnologici.  Il governo ha programmato incentivi (Industria 4.0) per chi acquista macchinari e attrezzature. Ma in Sicilia il cavallo non beve..”

Si dovrebbe indurlo a bere. Una politica forte. Per sollecitare, come proponeva in questo blog Luciano Violante ( https://www.giovannipepi.it/violante-anche-in-sicilia-si-puo-non-si-resti-tra-clientela-e-rivolta/ ) cabine di regie private , comitati pubblici permanenti. Ma l’impresa non scalda i cuori della politici. Si è in ritardo cronico con il pagamento delle forniture. Se è così, aspettiamo molto di nuovo sotto il sole .

ps ( i dati di questo articolo sono tratti dall’Istat)

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Comments

Rispondi