di LELIO CUSIMANO e GIOVANNI PEPI

A un passo dalle elezioni, caro Lelio, siamo ad una novità…

Quale ?”

L’impresa è al centro delle attenzioni. Si capisce che senza industria privata non si cresce. Ma di industrie siamo proprio a corto..

“Leggo i dati di Srm e Confindustria. Il 40% della forza lavoro in Sicilia è nell’impiego pubblico: Regione, Comuni, le redivive Province..”

E al Nord ?

“ 10%. Così la principale concorrenza all’impresa privata  viene dal Pubblico..”

Parlerei di ostacoli. Hai letto Filippo Ribisi, presidente degli artigiani ? 46 mila imprese in crisi perchè le pubbliche amministrazioni non pagano le forniture. .

“ Gestione indecente. Si aggiunge un dato culturale. Il Pubblico deve regolare, invece….”

Invece siamo a un capitalismo regionale. Prima le industrie di Sofis ed Espi, ora le partecipate, soldi pubblici dentro società in rosso….

“Come vedi…”

Ma per il decollo industriale, in Sicilia, servono spinte pubbliche..

“ Ma con servizi e interventi. Da un lato strade, autostrade, ferrovie, acquedotti depuratori e burocrazie…. “

Proprio quello che non c’è …

“Non c’è. Se è 100 l’insieme delle infrastrutture in Europa, la Sicilia si ferma a 13, la Campania arriva a 31. Altro punto, il credito. Da noi c’è più rischio e le imprese pagano  il denaro al 6,4% mentre nel Nord si ferma al  3,7%. Non a caso Giuseppe Catanzaro, presidente degli industriali, chiede alle imprese di guardare a canali di finanziamento alternativi alle banche.”

Ma purtroppo gli impedimenti la crescita industriale non sono dovute a condizione economiche. Ci sono fattori sociali e culturali..

“Certo a cominciare dall’istruzione. I laureati in Italia sono il 15%. Tra i nostri nostri emigrati sono il 31%. Così esportiamo medici e ingegneri e importiamo badanti.“

C’è poi la pressione del crimine.

“Dramma immanente.  Colpisce però un dato: il 33% delle imprese confiscate appartiene alle costruzioni e al commercio, mentre le manifatturiere sono appena l’1,3% del totale….”

Da qui al cerchio tragico. Nuove industrie non nascono. Quelle che ci sono rischiano di non vivere. Quelle che vivono non crescono.

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Rispondi