Di LELIO CUSIMANO

Un esempio di quella buona scuola che cita Maria Provenzano arriva dalla Sicilia ( LEGGI ) ma prima serve una premessa. Esattamente vent’anni fa veniva approvato il “Decreto Ronchi” che ha rivoluzionato la gestione dei rifiuti: non più scarti per la discarica ma materiali da riciclare e recuperare.Il compito di guidare questa complessa operazione fu affidato al consorzio nazionale Conai NeL 1998, primo anno di vita del Conai, furono riciclate 180 mila tonnellate di rifiuti; oggi siamo a quattro milioni di tonnellate l’anno. Grazie al Conai è stato possibile evitare l’immissione in atmosfera di 40 milioni di tonnellate di anidride carbonica, il famigerato gas serra.

Il Conai, in collaborazione con il Corriere della Sera, ha lanciato l’iniziativa “riciclo di classe”, rivolta alle scuole che possono richiedere gratuitamente l’invio di un kit didattico L’Istituto Sante Giuffrida di Catania ha colto al volo l’iniziativa, coinvolgendo 100 bambini delle elementari che hanno incontrato personale Conai, ricevendo adeguate informazioni. Ora sono loro a promuovere la raccolta  differenziata nelle proprie famiglie; domani saranno cittadini migliori. Materiale informativo e altre notizie possono essere reperiti nel sito www. riciclodiclasse.it

Lelio Cusimano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.