di GIOVANNI PEPI Giuseppe Cuttitta è fotografo professionista. Per mestiere deve fotografare di tutto: uomini e cose, modelle e paesaggi. Ma on cede alla routine. Nei suoi paesaggi come nelle inquadrature di animali, tanto negli spazi rurali che negli scenari di pietra, cerca sempre un’anima, una espressione, un respiro. Per questo gioca con le luci e i campi larghi ora stretti.  Non trucca la realtà. Rispetta i soggetti ma c’è sempre un tono, un impronta, un angolatura che crea atmosfere mai scontate. Una cifra costante nelle venti foto che SE E’ COSÌ propone in questa mostra. Chiedo: che cosa ti appaga di più ? l’immagine nuda o la creazione dei contorno ?

GIUISEPPE CUTTITTA

“ Mi appaga di più il ritagliare momenti o situazioni normali cose che tutti guardano ma pochi vedono. Ma anche la realizzazione di immagini che sono magari idee di altri, vedi foto su commissione spesso sono molto stimolanti.

 Non vedo trucchi nei tuoi scatti. Cerchi l’atmosfera ma aspetti che sia il frutto di combinazioni  naturali. E’ così ?

“Si e così,  spesso la cruda realtà è molto più emozionante di qualsiasi trucco. Da qualche tempo sto lavorando a progetti pensati ma mai realizzati che mi portano molto fuori dallo studio e questo e come una liberazione

Progetti importanti in programma quest’anno. ?

Si ho appena finito un lavoro su cui ho lavorato 4 anni. Ho in cantiere un’ altro lavoro cui sto lavorando già da un’ anno…”

Di che si tratta ?

“Per il momento preferisco non dare ulteriori dettagli..” Dettagli che vale la pena aspettare.