SEMPRE MENO VANNO ALLE URNE  Fino ’79, l’affluenza alle urne superava il 90%. Da allora è sceso sempre di più : alle ultime politiche ha raggiunto il 73 per cento, mentre alle europee del 2014 è stata del 57 per cento. Elezioni locali a parte, uno dei valori più bassi jn Romagna, il 38 per cento ( internazionale.it  16 maggio 2019) hp

ITALIA E STATO DELLE COSE. pillole e cifre su aspetti importanti di

ECONOMIA, LAVOROI MEZZOGIORNO SOCIETÀ

______________________________________________________________________________________________________

ECONOMIA

È SEMPRE STAGNAZIONE Il Pil è fermo. Per Istat da cinque trimestri si è in stagnazione. L’Industria è i grande frenata( Avenire.it 30 agosto) La crescita del Pil acquisita per il 2019 risulta pari a zero ( leggi su huffington post 30 agostoi 2019 ). IL qudreo è confermato dalla ragioneria generale   ( rainews  ) 

MAGLIA NERA IN EUROPA Secondo Eurostat l’italia è ultima in europa per livelli di crescita, sia in questo 2019 che nel 2020. In Europa il quadro economico resta offuscato da fattori di Instabilità commerciale nel mondo e da fattori di instabilità politica. Per gli analisti europei anche il lavoro risente negativamente di questo quadro (  corriere. it 10 luglio 2019 )

RALLENTA IL TURISMO, GLI ARTIGIANI CHIUDONO . Si prevede segno meno, per la prima volta, da 5 anni . Tra giugno e agosto attese 205 milioni di presenze, quasi 2 milioni in meno rispetto allo scorso . (quifinanza 15 giugno 2019 ) Artigianato in crisi. Nei primi 6 mesi di quest’anno hanno chiuso 6.564 unità.  (leggi su adnKronos 17 agosto 2019 )

DEBITO PUBBLICO RECORD A giugno il passivo delle amministrazioni pubbliche ”è aumentato di 21,5 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.386,2 miliardi”, un livello mai toccato prima che supera il record di aprile (2.373,3 miliardi). Lo scrive la Banca d’Italia nel rapporto ‘Finanza pubblica: fabbisogno e debito’. ( leggi su huffingtonpost 14 agosto )

LAVORO

BUONE NOTIZIE  SULL’OCCUPAZIONE Così Milanofinanza.it: ” La disoccupazione scende al 9,9% nel secondo trimestrecon un calo dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti. Si tratta del secondo dato in discesa dell’anno. Gli occupati si attestano a 23 milioni e 390 mila, in crescita di 130 mila sul trimestre precedente (+0,6%) ( milanofinanza.it 12 settembre 2019 )

POCHI OCCUPATI I GIOVANI SOFFRONO Siamo al tasso di occupazione più basso dopo la Grecia. Ben lontani da Svezia, Germania, Estonia, Repubblica Ceca, Regno Unito e Olanda. Tra le prime dieci Austria, Danimarca, Lituania e Lettonia. Tra gli ultimi, insieme all’Italia ,Spagna, Croazia, Romania e Belgio. (investire oggi 29 aprile 2019 )

LE DONNE LAVORANO POCO Siamo al penultimo posto in Europa per  occupazione femminile ( 48,1 %) con 13,2 punti percentuali di differenza rispetto alla media europea (61,3%).Il tasso di occupazione femminile italiano (48,1%) è ancora distante dall’obiettivo che la strategia di Lisbona indicava del 60% per il 2010. ( www.affari italiani 7 marzo 2018 ) hp

 I PROFESSORI PIÙ ANZIANI E MENO PAGATI L’Italia è il Paese dell’Ocse con gli insegnanti più anziani: nel 2016, il 58% aveva almeno 50 anni. E sempre meno pagati: nel 2016 i loro stipendi corrispondevano al 93% del loro valore rispetto al 2005.E’ quanto emerge dall’ultima edizione di ‘Education at a glance 2018’

MEZZOGIORNO

SEMPRE PIÙ DUE ITALIE Il Sud è un terzo del paese ( con 21 milioni di residenti) , produce meno di un quarto del reddito, dà lavoro a 1 persona su 4 rispetto, il centro a 1su 2. Negli ultimi 16 anni quasi due milioni sono andati via (radicifuturemagazine 29 novembre  )2018 ) E’  il polo di sottosviluppo più popoloso in Europa, con la maggior quota di poveri .  ( leggi su se è cosi 24 luglio 2019 )

A CRESCITA SOTTOZERO Per la Svimez, quest’anno, c’è un andamento del Pil negativo: -0,3%, a fronte di un +0,3% del Centro-Nord. Dopo un triennio 2015-2017 di pur debole ripresa del Mezzogiorno, si riallarga la forbice. Prosegue il declino degli investimenti pubblici ( leggi sir 1 agosto 2029 ) hp

MANCANO 3 MILIONI DI POSTI DI LAVORO Al Sud mancano quasi 3 milioni di posti di lavoro per colmare lo scarto occupazionale col Centro-Nord. Per la un “doppio divario”: l’Italia rallenta rispetto all’Europa e il Sud cresce meno del Centro-Nord  ( leggi sir 1 agosto 2029  hp ) Gli ulti dati Istat vedono l’occupazione aumentare al Nord, e ridursi nel mezzogiorno ( milanofinanza.it 12 settembre 2019 )

DIVARIO FORTE NEL LAVORO FEMMINILE  Nel settentrione lavora il 63% delle donne,  nel meridione il 30. Nel Sud una donna laureata nel 65% dei casi ha un lavoro.  Ma già il valore scende al 37% in caso di semplice diploma superiore, sotto al 25% per la licenza media. ( www.ellecome. 13 giugno 2019 )

RADDOPPIANO LE FAMIGLIE CON TUTTI DISOCCUPATI  Per Svimez “Il numero di famiglie meridionali con tutti i componenti in cerca di occupazione è raddoppiato tra il 2010 e il 2018..” Ci sono sacche crescenti di ” degrado ed emarginazione ..” Preoccupante la diffusione del lavoro a bassa retribuzione ( leggi su messinaora  ( 1 agosto 2018 ) hp

POLITICA

SEMPRE MENO VANNO ALE URNE  Fino ’79, l’affluenza alle urne superava il 90%. Da allora è sceso sempre di più : alle ultime politiche ha raggiunto il 73 per cento, mentre alle europee del 2014 è stata del 57 per cento. Elezioni locali a parte, uno dei valori più bassi iojn Romagna, il 38 per cento ( internazionale.it  16 maggio 2019) hp

LA BORGHESIA SI ALLONTANA DALLA POLITICA Aumenta l’astensione dal voto. Per ipsos gli aumenti più nettamente superiori alla media si registrano fra i laureati e diplomati; fra imprenditori, liberi professionisti e dirigenti; fra insegnanti e impiegati, oltre che nei giovani nella fascia fra i 18 e i 34 anni (leggi corriere.it 27 agosto)

SOCIETÀ

È CROLLO DEMOGRAFICO Per Istat, gli italiani scendono a 55 milioni . Un declino demografico rallentato solo dalla crescita degli stranieri. Il calo è interamente attribuibile alla popolazione italiana. 235 mila in meno rispetto all’anno precedente (-0,4%). Sul  2014, la perdita di italiani è pari alla scomparsa di una città grande come Palermo (-677 mila). (leggi su corriere.it3 luglio 2019 ) hp

NON SI RIDUCONO LE DISEGUAGLIANZE Più studi accertano che in Italia C’è una forte disuguaglianza dei redditi che non sembra ridursi. La Banca di Italia  misura una distribuzione del patrimonio italiano fortemente concentrata, in cui il 10% della popolazione con più ricchezza detiene il 46% del patrimonio totale. ( leggi il sole 24 ore 5 aprile 2019 ) hp

MENO CRIMINI. Secondo il Viminale, gli omicidi sono in calo . Dei 307 omicidi, 25 sono attribuibili alla criminalità organizzata (-19,4%) e 145 in ambito familiare o affettivo (-4%): di questi ultimi, nel 63,4% dei casi la vittima è una donna. Anche le rapine sono flettono (-16,2%); e i furti (-11,2%) e le truffe (-2,1%). ( leggi su affari italiani 15 agosto )

SIAMO PIÙ CREDULONI. . Da una indagine di Ipsos in quattordici Paesi, siamo primi nella «distorsione percettiva» o «più banalmente nell’indice di ignoranza». Pensiamo  si commettano molti più reati di quanto in realtà avviene, ci riteniamo più poveri, più disoccupati, più malati, con un’economia più fragile e marginale, di quanto in realtà non sia. ( leggi su corriere.it 13 maggio 2019 ) hp

 IL CETO MEDIO SI ALLARGA Si espandono i redditi medi, quelli tra 1.500 e 3.000 euro, che si erano contratti sotto la crisi negli ultimi 3 anni. Nel 2019 1,3 milioni di famiglie italiane sono rientrate o sono entrate per la prima volta nel ceto medio. La casa è la destinazione preferita per gli investimenti (leggi corriere.it 19 luglio ) hp

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Comments

Rispondi