MATTARELLA, REALISMO A CAPODANNO MA LA POLITICA AMA DI PIU’ LA BEFANA

di LELIO CUSIMANO E GIOVANNI PEPI

Ciao Giovanni , ho letto il tuo dialogo con Nino Sunseri e non posso che concordare ( qui.. ) . I partiti sono per chi fa la promessa più grossa, senza dire dove trovano i soldi. Ma siete ancora ottimisti..

PEPI “addirittura. .”

CUSIMANO.Proprio così.  Non si parla degli impegni con l’ Europa per tagliare la spesa pubblica. Il taglio decorre proprio da quest’anno e sono in ballo  almeno 50 miliardi l’anno

PEPI Se è per questo si dovrà discutere con Bruxelles, già prima dell’estate , su 4 miliardi di correzione. Poi una decina di miliardi dovranno essere recuperati per impedire l’aumento dell’Iva previsto dalle clausole di salvaguardia. Lo ricorda oggi opportunamente il Sole 24 Ore ( qui..)

CUSIMANO: Appunto. Ma i partiti non ne parlano.

PEPI: Sanno tutto ma risolvono eludendo. Renzi e Salvini, per esempio, in modi diversi, mettono nel conto l’uscita dal fiscal compact.

CUSIMANO: Vedo. Ma si è al vecchio vizio di eliminare la polvere mettendola sotto il tappeto. I patti possono anche passare ( anche se mi devono spiegare come ) , ma i debiti restano. Se non si fanno, non si va avanti, lo dicevate anche tu e Nino. Se non si hanno i bilanci a posto , non otteniamo credito o lo otteniamo  a condizioni molto alte.  Per questo, certe promesse elettorali sono  da brivido

PEPI: quali i particolare ?

CUSIMANO: Per limitarci all’essenziale, le promesse misure di sostegno alla povertà da centro destra e Cinque Stelle costerebbero circa 15 miliardi di euro. L’aumento delle pensioni minime tra 4 e 10 miliardi. L’eliminazione della Fornero peserebbe sui conti dello Stato per una decina di miliardi. La famigerata flat tax (un’imposta bassa ed uguale per tutti) ,promessa da Berlusconi e Salvini, peserebbe per una somma compresa tra i 50 e i 100 miliardi di euro….

PEPI : E parliamo pure dell’abolizione del job act. Lo promette in primo luogo LeU, ossia Liberi e Uguali di Pietro Grasso.  Gli effetti non pesano sul bilancio pubblico ma squasserebbero i conti delle imprese

CUSIMANO Ed in ultimo, ma non ultima , c’è la questione dell’Euro. Ci sono propositi bellicosi, Lega e M5S vogliono rompere un giorno si e un giorno no, senza riflettere seriamente su quanto questo è già costato alla Gran Bretagna, dove i pentimenti adesso non si contano. Insomma mi pare che si sia lontani dalla misura..

PEPI: Proprio lontani. Non a caso il  capo dello Stato ha ripetuto ai partiti l’invito al realismo e alla concretezza nel suo discorso di Capodanno

CUSIMANO. Se torna sul tema due volte in poche settimane, vuol dire che realismo e concretezza non ne vede proprio. I partiti ascolteranno?

PEPI Spero di si, temo di no. Volgeranno il cuore ad altre feste. Glisseranno sul capodanno di Mattarella. Sceglieranno per loro la Befana “

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Rispondi