Sulla mia nota in Taccuino a proposito della “quadra” , termine che ora usano gli esponenti della nuova maggioranza , intervengono Patrizia Di Dio e Giuseppe Lo Torto. 

GIUSEPPE LO TORTO Preziosi e cari Giornalisti (la maiuscola non è a caso), apprezzo e condivido l’evoluzione continua di una lingua viva e versatile come la nostra, ma è davvero pessima l’espressione “hanno trovato la quadra” che risuona come una nota stonata nei “concerti” tg. Sa tanto di dialetto lumbard, neppure tanto musicale. Perdonatemi ma non riesco a entrare in risonanza. Si potrebbe tuttavia cogliere l’occasione per ricordare l’impossibilità di disegnare un quadrato di area uguale a quella di un cerchio dato. ingegnere, esperto informatico, consulente giudiziario 

PATRIZIA DI DIO  La quadra ? Brutto neologismo per dire far quadrare il cerchio. Esprime l’ossimoro di un’attività di un cambiamento che , per essere attuato, non può far “quadrare”… il cambiamento è più sovversivo e disordinato che “quadrato”. Certamente in politica è importante ascoltare e rispondere alle istanze ma dare risposte e trovare soluzioni è diverso dal “trovare la quadra” che è l’azione di mediazione di mettere tutte le parti d’accordo. L’azione più coerente del cambiamento è “trovare la quadra”?  Non credo. non è per niente coerente con la necessità di cambiamento. presidente Confcommercio Palermo e presidente nazionale Terziario Donna 

Se Lo Torto tra i “preziosi e cari giornalisti”, con la maiuscola, annovera anche me, sono incolpevole come gli altri. La parola “quadra” non nasce da noi. Ma da Luigi Di Maio e Matteo Salvini quando sulla prescrizione cercavano un accordo che sembrava impossibile. È cronaca, dunque. Dialetto lumbard ? Ha ragione. Infatti la inventa Umberto Bossi quella parola, abbreviando l’espressione quadratura del cerchio. E ho già osservato, in questo blog quanto sia stonata con il “Cambiamento” l’uso di parole in uso un quarto di secolo fa. A parte il fatto come scrive bene Patrizia Di Dio che la “quadra” è altro dalla politica..Ma tant’è gp

 

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Rispondi