DAL BOOKSHOP DELLA GAM La collezione Donata Pizzi costituita allo scopo di promuovere la conoscenza delle più significative interpreti del panorama fotografico italiano,

e composta dalle opere di oltre 50 autrici appartenenti a generazioni diverse, attive dalla metà degli anni 60.  L’ingresso massiccio di fotografie, foto reporter e artiste nel circuito culturale, fino ad allora ambiti appannaggio degli uomini, è favorito infatti da repentini cambiamenti sociali e dalle lotte femministe in atto in quel periodo. I temi salienti che emergono da questi lavori sono la centralità del corpo e delle sue trasformazioni, la necessità di dare voce a istanze personali e al vissuto quotidiano e familiare, il rapporto tra la memoria privata e memoria collettiva, argomenti fondamentali che legano tra loro queste immagini appartenenti a vari decenni e generi, dalle foto di reportage a quelle più sperimentali ( dalla presentazione in copertina )

 .

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Rispondi