Scrivevo nel TACCUINO ( QUI ) che , con la “Manovra”, il governo volta le spalle al Sud. Ci sono commenti. Li pubblico in ordine di arrivo.È bello discuterne . gp

PATRIZIA DI DIO  l Sud non pretende assistenzialismo ma equità. L’Italia va a due velocità. Tanti standard nel  Sud sono molto al di sotto della media. Sanità, istruzione, servizi pubblici. Nel Mezzogiorno non ci sono cittadini o imprese di serie B. Non sono accettabili diseguaglianze così forti tra cittadini e territori. Lo Stato deve colmare il divario. Non solo per equità ma per convenienza. Senza il Sud tutta l’Italia non riparte. Al contrario il Sud rischia di diventarne zavorra. E deve farlo per arginare la deriva verso lo scontro tra le due Italie, con i cittadini gli uni contro gli altri. C’è anche questo, ammettiamolo, nel voto del 4 marzo scorso : una contrapposizione di interessi tra Nord e  Sud. Rovinosa per tutti.  ( Presidente provinciale Confcommercio di Palermo e presidente nazionale del gruppo Terziario Donna.) 

Il Sud non pretende assistenzialismo ma equità…” Tu dici ? Certo, importanti forze sociali, fra le quali la tua Confcommercio, non vogliono un Sud sussidiato. Ma il successo di un M5S che, invece, promette redditi di cittadinanza induce a pensare che ancora molti , nel Sud, di assistenzialismo vogliono nutrirsi…..gp 

LINO MORGANTE # caro Giovanni, Il Sud non è neppure citato  (Direttore editoriale della Gazzetta del Sud e de Il Giornale di Sicilia ) 

Appunto, caro Lino. E se è così.,.,.gp

 

Sono un giornalista totale che scrive, parla e fotografa. Una passione: la bici da corsa. Un sogno: riuscire a far capire anche quello che non capisco.

Seguici e clicca su

Rispondi