Pedoni a Roma si muovono nelle striscie. Voglio fotografarli mentre corrono o scorrono , sulla spinta della fretta , tutelati e sicuri in negli spazi pedonali riservati…Ma non sempre è così, anzi spesso non lo è. Nelle strade italiane gli incidenti mortali sono ancora molti. Troppi. Lelio Cusimano su Facebook dà brutti numeri. Che mettono i brividi. Oltre i 65 anni si muore principalmente per cardiopatie. Tra i 25 e i 64 per tumori. Tra i 15 e 24 sono gli incidenti la causa più forte. Gli utenti più vulnerabili sono proprio i pedoni , insieme a motociclisti e ciclisti. Ci sono responsabilità divisibili , certo, tra omissioni pubbliche e imprudenze private. Forse la tensione di noi tutti è al disotto dei livelli dovuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.